Ville e Giardini

Una casa di famiglia sulle colline di Firenze, scelta come dimora principale da una committenza, giovane e sofisticata, con un suo fascino d’antan e una funzionalità da recuperare.

Il progetto è stato curato da Luigi Fragola Architects, studio di architettura con base a Firenze, ci racconta Luigi Fragola, giovane architetto siciliano trapiantato a Firenze, dagli occhi verdi intenso e dalla vitalità contagiosa.
“Quando inizio un nuovo lavoro amo aggirarmi silenziosamente tra gli spazi per captarne l’ atmosfera, facendo attenzione sia all’edificio, sia al luogo dove è inserito”, racconta. “In questo caso mi sono trovato in una campagna toscana molto antropizzata, in un luogo che era stato sicuramente più bello nel passato che nel presente per via delle costruzioni che avevano circondato gli esterni della casa”.

Per la giovane coppia, che desiderava vivere su quella collina per ritrovare le sue antiche emozioni, gli esterni, gli spazi e i volumi degli interni dovevano essere ripensati.

Il progetto doveva trasformare l’edificio, senza stravolgerne l’anima, in una dimora accogliente, ritagliato sulla loro personalità. “La dimora doveva diventare un luogo elegante, allegro, ed eclettico. In accordo con la committenza abbiamo pensato a degli interni che avessero un tocco personale, funzionali e accoglienti. Abbiamo giocato sui colori, utilizzandoli in maniera non convenzionale e sul contrasto dei materiali, unendo tradizione e contemporaneità”, continua Luigi Fragola. La parola d’ordine che ha accompagnato il progetto è stata mescolare, in una combinazione originale, materiali e arredi.

“Gli antichi pavimentidi legno con cementine e marmi pregiati disposti su mio disegno, gli arredi con mobili antichi e moderni disegnati su misura. Nella sala da pranzo, per esempio, al tavolo inglese, ricordo di famiglia, abbiamo accostato delle sedie contemporanee, inserito un lampadario anni ’50 e un eccentrico camino verde”, continua. I colori svolgono una funzione importante all’interno della casa: “Sono coraggiosi e senza tempo”, racconta Luigi. “Si susseguono nelle stanze armoniosamente, per accompagnare e sorprendere il visitatore, senza mai annoiarlo. La cucina e i bagni meritano una nota, positiva. Sono luoghi che Luigi cura con particolare attenzione. “La cucina, realizzata su misura e laccata verde inglese, è collegata sia alla sala da pranzo interna sia alla zona pranzo all’aperto. I bagni, comodi e funzionali, disegnati site specific, hanno il pavimento realizzato con quattro tipi diversi di marmo montato a spina”, conclude. §

DETTAGLI

Ville e Giardini | Novembre 2019

Testi di Margherita Dallai / Foto di Francesca Anichini

CONDIVIDI

Altre pubblicazioni

|    |   

© Copyright 2016 Luigi Fragola Architects - Tutti i diritti riservati